Gli ascolti Tv e i dati Auditel di domenica 19 novembre 2023, in prima serata, vedono su Rai1 il secondo appuntamento con la seconda stagione della fiction Lea – I nostri figli, interpretata da Anna Valle e Giorgio Pasotti, totalizzare il 16.3% con 3.095.000 spettatori. La serie turca Terra Amaracon gli attori Hilal AltınbilekUğur Güneş e Murat Ünalmış, ha attirato invece su Canale5 2.559.000 appassionati pari al 15.3% di share, secondo programma più visto in prime time.

Che tempo che fa di Fabio Fazio sul Nove conquista invece 2.278.000 teste pari al 10.8 % (in calo rispetto a sette giorni fa), mentre Che Tempo che fa – Il Tavolo ha raccolto 1.275.000 persone pari al 9.6%. 

Per l’approfondimento, Report condotto da Sigfrido Ranucci su Rai3 cresce ancora raggiungendo il 7.8% di share pari a 1.586.000 spettatori, superando Paolo Del Debbio con Dritto e Rovescio su Rete4 e i suoi 1.130.000 individui all’ascolto con il 7.7% (in crescita rispetto alla settimana scorsa) e surclassando In Onda con Marianna Aprile e Luca Telese su La7, fermi a un preoccupante 2.1% con 378.000 teste.

L’ennesima messa in onda di Harry Potter e il calice di fuoco su Italia1 ha raccolto il 7.2% pari a 1.241.000 individui all’ascolto, mentre la seconda puntata della seconda edizione della Caserma racimola su Rai2 un magro 3.3% equivalente a una media di 666.000 affezionati.

La classifica della prima serata secondo l’Auditel

Vediamo la classifica dei programmi di prima serata per numero di spettatori:

  1. Lea – I nostri figli (Rai1) – 3.095.000
  2. Terra Amara (Canale5) – 2.559.000
  3. Che tempo che fa (Nove) – 2.278.000
  4. Report (Rai3) – 1.586.000
  5. Harry Potter e il calice di fuoco (Italia1) – 1.241.000
  6. Dritto e Rovescio (Rete4) – 1.130.000
  7. La Caserma (Rai2) – 666.000
  8. In onda (La7) – 378.000
  9. Guerre Stellari – L’impero colpisce ancora (Tv8) – 347.000

Nel preserale e in access prime time, su Rai1, la finale dei Nitto ATP Finals che ha visto Novak Djokovic sconfiggere in due set Jannik Sinner ha totalizzato il 29.5% con 5.493.000 appassionati, mentre Affari Tuoi con Amadeus ha segnato il 22.4% con 4.812.000. Paperissima Sprint su Canale5 ha radunato il 14.4% con 3.095.000. 

Serena Bortone con Che sarà su Rai3 ha raccolto il 4.0%, battendo Massimo Gramellini che con In altre parole su La7 è arrivato al 3.6%, mentre Stasera Italia Weekend su Rete4 sigla il 3.9% e il 4.2% .Che Tempo che Farà con Fazio sul Nove ha segnato l’1.8% con 373.000 spettatori, e la presentazione di Che Tempo che fa in access ha siglato il 5.3% con 1.128.000 affezionati. 

Domenica In su Giulia Cecchettin

Al pomeriggio su Rai1 Domenica In condotto da Mara Venier – grazie a un talk sul caso di Giulia Cecchettin – ha segnato le cifre record del 20.5%, 23.9%, 21.0%.Su Canale5 Amici di Maria De Filippi si è assestata al 21.4% e, a seguire, Silvia Toffanin con Verissimo ha raccolto il 20.4%. Sempre Toffanin con Verissimo – Giri di Valzer (16.5%) è stata battuta da Francesca Fialdini che, in onda fino alle 18.00 con Da noi… A ruota libera per lasciare spazio al tennis, ha conquistato il 19.2%.

Ancora al pomeriggio, Monica Maggioni con In mezz’ora su Rai3 raccoglie il 7.5% con 1.040.000 teste, mentre con Il mondo di In mezz’ora segna il 5.1% con 637.000, in linea con i risultati ottenuti da Lucia Annunziata nella scorsa stagione. Qui, nel dettaglio, gli ascolti di tutti i programmi della giornata di ieri, domenica 19 novembre 2023.

FacebookTwitterLinkedInWhatsApp

Di Marco Zonetti

Di formazione classica, ma con sguardo attento alla contemporaneità, dal 2003 sono traduttore ed editor di narrativa e saggistica dall’inglese e francese per Rizzoli, Sperling & Kupfer, Longanesi, Piemme, Amazon. Dal 2020 giornalista co-fondatore e direttore di www.vigilanzatv.it – testata giornalistica digitale indipendente – su cui sono puntuale osservatore dell’agone televisivo (su base Auditel) e delle iniziative della Commissione parlamentare di vigilanza sulla RAI. (foto ©SimonaFilippini)

Lascia un commento

www.vtvmagazine.com è a cura di www.vigilanzatv.it, testata giornalistica digitale indipendente