Grande successo di ascolti per l’ospitata di Sigfrido Ranucci, conduttore di Report su Rai3, nel salotto televisivo di Lilli Gruber su La7. Ieri sera, lunedì 5 febbraio 2024, Otto e mezzo ha totalizzato l’8.4% di share con una media di 1.831.000 spettatori. Ancora una volta incontrastato leader dell’approfondimento in access prime time e triplicando il risultato di Prima di domani condotto da Bianca Berlinguer, che su Rete4 si è fermata all’1.6% e al 3.4% con 345.000 e 735.000 individui all’ascolto rispettivamente nelle due parti.

Dopo l'ospitata da Lilli Gruber, La scelta di Sigfrido Ranucci svetta nella top 100 Amazon

Ranucci è intervenuto per riassumere la vicenda che ha portato il sottosegretario ai Beni Culturali Vittorio Sgarbi alle dimissioni, ma ha anche presentato il suo recente libro La scelta, pubblicato per i tipi di Bompiani. L’ospitata a Otto e mezzo è servita da prezioso catalizzatore per l’opera, che è balzata al secondo posto della top 100 dei libri più letti su Amazon e al primo posto in varie altre categorie.

Nella Scelta, Sigfrido Ranucci si racconta scegliendo alcune inchieste fondamentali di cui svela i retroscena (in primis quella dell’autogrill che coinvolgeva Matteo Renzi e lo 007 Marco Mancini), ma anche evocando figure – come suo padre, atleta e finanziere di grande carisma, e il suo maestro Roberto Morrione, fondatore di Rai News 24 – che hanno forgiato in lui la capacità di portare fino in fondo ogni scelta: perché fare giornalismo sul campo significa prendere decisioni che cambiano per sempre il corso delle cose, in senso intimo e collettivo.

Dalle pagine della Scelta emerge quindi l’autoritratto coraggioso di un uomo che, nonostante la pressione costante della realtà nei suoi aspetti più duri, non cede al cinismo, non smette di chiedersi e di chiederci: “Qual è la scelta giusta?”. E di trovare ogni volta la risposta, per rispettare la promessa che lo lega a un pubblico che ha ancora a cuore la legalità e la giustizia sociale.

Elemento paradossale, mentre Lilli Gruber, Otto e mezzo e La7 diretta (con successo) da Andrea Salerno, hanno offerto una pregiata e prestigiosa vetrina a Report, fiore all’occhiello dell’approfondimento della Rai, domenica scorsa quest’ultima è riuscita ad avallare le ospitate di quattro suoi volti di punta (Amadeus, Fiorello, Mara Venier e Geppi Cucciari) da Fabio Fazio contro la trasmissione di Sigfrido Ranucci. Tutto normale a Viale Mazzini? Non sembrerebbe proprio.

FacebookTwitterLinkedInWhatsApp

Di Marco Zonetti

Di formazione classica, ma con sguardo attento alla contemporaneità, dal 2003 sono traduttore ed editor di narrativa e saggistica dall’inglese e francese per Rizzoli, Sperling & Kupfer, Longanesi, Piemme, Amazon. Dal 2020 giornalista co-fondatore e direttore di www.vigilanzatv.it – testata giornalistica digitale indipendente – su cui sono puntuale osservatore dell’agone televisivo (su base Auditel) e delle iniziative della Commissione parlamentare di vigilanza sulla RAI. (foto ©SimonaFilippini)

Lascia un commento

www.vtvmagazine.com è a cura di www.vigilanzatv.it, testata giornalistica digitale indipendente