Che ne è del tanto declamato spot Bleu de Chanel interpretato da Timothée Chalamet e diretto da Martin Scorsese? Il mistero, com’è noto, suscita curiosità e innesca il desiderio, tanto di conoscenza quanto di possesso. Ma investire una cifra esagerata per un “caso misterioso” creerebbe seri problemi di credibilità a più di un amministratore delegato.

Timothée Chalamet e Martin Scorsese nel ceruleo backstage Bleu de Chanel
Timothée Chalamet e Martin Scorsese nel ceruleo backstage Bleu de Chanel (©VanityFair)

Tuttavia impegnare pregiata stampa specialistica nello scriverne e diffondere le immagini del backstage, per poi far sparire lo spot potrebbe essere la nuova, ultima, frontiera di un marketing in affanno. Non serve un acuto osservatore per notare infatti che le campagne pubblicitarie di “balocchi e profumi”, questo Natale, siano state drasticamente ridimensionate. Ma del nuovo spot Bleu de Chanel, a breve scadenza dal Natale – la più commerciale delle festività – non se ne sa più nulla.

Neanche dalle fonti più autorevoli (www.chanel.com) cui ChatGPT invita a rivolgersi se interrogata in merito. Ed in effetti il nuovo “giocattolo planetario” risponde, con la formalità che ormai lo contraddistingue, del passato, a malapena del presente, mai del futuro, a meno che non sia stato predetto per iscritto; al netto di qualche “allucinazione”, ma tant’è.

Timothée Chalamet e Martin Scorsese nel backstage Bleu de Chanel
Un’altra immagine dal backstage Bleu de Chanel (©VanityFair)

Sempre che lo spot d’autore non sia finito fra le strenne last minute, gli ammiratori di Scorsese possono intanto consolarsi con Killers of the Flower Moon, nelle più comode sale cinematografiche (considerando le ben tre ore e mezza di durata) mentre quelli dello “stiloso” Timothée – comunque protagonista del vecchio spot – potranno presto ammirarlo nei panni del “signore del cioccolato” Willy Wonka e nel sequel di Dune di prossima uscita.

Charlie Heaton per Phantom Parfum di Paco Rabanne
Charlie Heaton per Phantom Parfum di Paco Rabanne

Quanto agli spot in onda, nel mondo dei profumi spira aria nuova grazie a Charlie Heaton, protagonista di Stranger Things prima che testimonial di Phantom Parfum di Paco Rabanne, e Austin Butler, l’Elvis di Baz Lurhmann per Myslf YSL.

Emma Watson, regista esordiente in uno spot di cui è anche protagonista, per Prada
Emma Watson, regista esordiente in uno spot di cui è anche protagonista, per Prada

Decisamente più intrigante, come di consueto, è il fronte femminile che vede una raffinata Emma Watson protagonista e regista esordiente per Paradoxe, nuova fragranza di Prada, Whitney Peak, l’inclusiva Mademoiselle Coco di Chanel e la divertente Katy Perry “profumata” di Devotion di Dolce & Gabbana per Paolo Sorrentino.

Katy Perry in Devotion di Dolce & Gabbana per la regia di Paolo Sorrentino
Katy Perry in Devotion di Dolce & Gabbana per la regia di Paolo Sorrentino

Per finire con la bionda Emma Mackey, catapultata dal rosato mondo di Barbie alla suggestiva savana di Burberry Goddess, e Mica Argañaraz, top-model argentina, circonfusa dal maestro delle luci Sølve Sundsbø in All of me di Narciso Rodriguez; immagini oniriche sottolineate dalle note di Ludovico Einaudi.

Joseph Quinn, Maya Hawke, Jenna Ortega, Fai Khadra, Thuso Mbedu, Orelsan e Liu Yu Xin per Gris della collezione Dior Privée
Joseph Quinn, Maya Hawke, Jenna Ortega, Fai Khadra, Thuso Mbedu, Orelsan e Liu Yu Xin

Le mille sfaccettature dell’amore sono leit motiv di uno spot corale: quello interpretato da Joseph Quinn, Maya Hawke, Jenna Ortega, Fai Khadra, Thuso Mbedu, Orelsan e Liu Yu Xin per Gris della collezione Dior Privée. Mentre un autentico inno all’inclusività rappresenta la campagna di Gucci Guilty con A$AP Rocky, Julia Garner ed Elliot Page; la Miley Cyrus di Gorgeous Magnolia della “trilogia” Gucci Flora è già preistoria.

A$AP Rocky, Julia Garner ed Elliot Page per Guilty
A$AP Rocky, Julia Garner ed Elliot Page
FacebookTwitterLinkedInWhatsApp

Di Antonio Facchin

Tecnico di marketing, esperto in comunicazione con la passione per l'editoria digitale multimediale. Di formazione classica con Laurea e Master in scienze umanistiche (foto ©SimonaFilippini)

Lascia un commento

www.vtvmagazine.com è a cura di www.vigilanzatv.it, testata giornalistica digitale indipendente